Come scegliere il treppiede

Come scegliere il treppiede

20 Marzo 2015 0 commenti

Come scegliere il treppiede

Scegliere il treppiede

Il treppiede è uno strumento importante e funzionale all’interno del kit del fotografo e la sua scelta, e il conseguente acquisto, va ponderato adeguatamente, attraverso criteri tecnici e materiali. Ecco allora una breve guida che fornisce tutte le informazioni utili e da tenere a mente, in base alle vostre esigenze e al vostro budget, prima procedere all’acquisto.

La funzione del treppiede

Con il termine treppiede si intende il sostegno sopra il quale posizionare la fotocamera durante lo scatto. Si tratta di un accessorio molto importante, almeno per tre motivi:

  • Fornisce stabilità evitando l’effetto mosso, fondamentale quando si scattano fotografie con tempi di posa molto lunghi.
  • Sostenendo la macchina fotografica permette una discreta liberà creativa durante lo scatto.
  • Consente di chiudere il diaframma per una maggiore messa a fuoco.

Prima di effettuare l’acquisto del treppiede, è importante prendere in considerazione diversi elementi, per essere sicuri di scegliere il modello più consono alle proprie esigenze e alla propria macchina fotografica. Ecco allora quali sono gli elementi da tenere in considerazione.

Peso della macchina fotografica

Il peso della macchina fotografica, che dal treppiede deve essere sostenuta, è fondamentale. Peso della macchina e del treppiede devono compensarsi e trovare il giusto equilibrio, a seconda del modello sia della macchina, sia del treppiede.

Tipologie di treppiedi

Sul mercato è presente una grande varietà di modelli, ma la scelta andrà indirizzata a seconda del vostro budget, e ovviamente in base alla macchina fotografica.

Se scegliete un treppiede pesante avrete il vantaggio della stabilità, ma non quello della leggerezza e frequenti spostamenti in location all’aria aperta non saranno proprio agevoli. Questa tipologia è infatti indicata per fotografare in studio, all’interno del quale il cavalletto avrà una posizione fissa.

Se invece puntate su un modello leggero, dovrete fare attenzione alla stabilità che può offrire alla macchina fotografica, in modo che non riservi brutte sorprese in fatto di buona tenuta.

Altra importante caratteristica da prendere in considerazione è l’altezza. La condizione ideale è avere un treppiede in grado di portare la macchina fotografica all’altezza degli occhi, anche se l’altezza massima in genere è stimata all’incirca di 1,5 metro. Per quanto riguarda l’altezza minima, da prendere in considerazione soprattutto in caso di riprese macro, la misura standard è di circa 40 cm dal suolo.

Treppiedi con testa

Una delle soluzioni perfette per chi scatta fotografie a livello professionale è quella del treppiede con testa. Sul mercato esistono infatti due tipologie di cavalletto; la soluzione “tutto in uno” e quella componibile, che permette di acquistare il treppiede e la testa separatamente, opzione certamente più costosa.

Per quanto riguarda la scelta della testa, potete orientarvi su due modelli. Il primo è il modello a sfera, più leggero e semplice da utilizzare: basta sbloccare la testa e muovere la fotocamera a piacimento. Il secondo modello di testa è quello a tre movimenti, più professionale, più complesso da utilizzare e più costoso. Funziona con tre pulsanti attraverso i quali è possibile regolare le impostazioni di rotazione.

Le gambe del treppiedi

In base al modello scelto le gambe del treppiede possono essere allungabili o meno. Alcuni hanno inoltre una sorta di colonna che permette di alzare ulteriormente il cavalletto all’altezza desiderata, mentre gli altri modelli sono ad altezza fissa. La colonna può essere utilizzata in posizione orizzontale, a meno che non si tratti di una tipologia che permette di montarla al contrario.

Le gambe sono inoltre fornite di bloccaggi, mediante i quali la testa è fissata alla struttura della gambe, e alcuni modelli di treppiede dispongono inoltre di bracci orizzontali che permettono di collegare tra loro le gambe per avere maggiore stabilità.

Materiali

I materiali più utilizzati sono l’alluminio, il magnesio, il carbonio o la fibra di carbonio. Il loro vantaggio è che, a differenza dei treppiedi in metallo, sono più leggeri e facilmente trasportabili, anche se il loro prezzo si alza notevolmente.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.