Come scegliere il trucco per il matrimonio

Come scegliere il trucco per il matrimonio

Come scegliere il trucco per il matrimonio

6 Febbraio 2019 0 commenti

Non c’ è un vero e proprio Vademecum per il trucco sposa. Ciò che bisogna fare è individuare semplicemente quello giusto. Il make up per il giorno del matrimonio deve esaltare i lineamenti, minimizzare i difetti e deve essere ben contestualizzato con la persona che lo indossa, con l’abito e con l’acconciatura. Inoltre la scelta dei colori non deve, assolutamente, interferire con il mood adottato per il proprio matrimonio.

Insomma, i punti di riferimento, da tenere a mente, sono tanti, ecco perchè è fondamentale affidarsi ad un bravo professionista del settore (si veda ad esempio Like Make Up).

Cosa è essenziale sapere

Quando si pensa al trucco sposa, l’unico pensiero è quello di non apparire esageratamente truccata e che il make up non venga giù insieme alla prima lacrimuccia. Questi sono i pensieri spontanei di una sposa ma, è bene, che la sposa in questione sappia anche che, un make up sposa è anche:

  • un trucco correttivo
    • un trucco strutturato
    • un trucco fotografico
    long lasting e waterproof

La scelta del make up da sposa può risultare complicato e controverso: di norma, si parte già avendo le idee chiare, dettate anche dal proprio stile personale; molte spose vogliono apparire, il giorno del matrimonio, non troppo diverse da come sono nella vita di tutti i giorni, insomma! Non vogliono vedersi snaturate. Però, una questione è avere un’idea di partenza (di cui, magari, si è anche convinte) e un’altra è vederla realizzata sul proprio viso. Il trucco sposa.

Differenze di stile

Partiamo dalla tipologia di matrimonio:

  • civile

Pensiamo ala contestualizzazione temporanea:

  • mattina

E poi lo stile:

  • romantico
  • di tendenza
  • alternativo
  • classico

La differenza fra trucco per un matrimonio religioso e un trucco per un matrimonio civile, non è una questione di spessore, nel senso che influisce poco; certo, chi si sposa in matrimonio civile, avrà un po’ più di libertà nell’osare per il proprio make up look; la sposa di un matrimonio religioso, tende ad essere più delicata, più romantica ma, di solito è più una questione di stile che di contenuto.

Questione un po’ più impegnativa per in trucco di giorno o serale. Il fattore “tempo” sì, incide sulla scelta del make up look, soprattutto quello occhi: chi si sposa di mattina, dovrà puntura su di un look fresco, delicato, dai toni pastello, non eccessivo. Al contrario, chi si sposa di pomeriggio, dovrà puntare su toni caldi, luminosi e va bene se leggermente marcato. Le differenze di luci, tra giorno e notte, sottolineano una grande differenza: bisogna tener conto che di sera, i toni saranno bassi, le luci principalmente artificiali, in un’alternanza tra luci calde, come quelle delle candele, e di luci fredde, neon, flash e altro.

Lo stile, al contrario, è il fulcro intorno al quale ruota la scelta del make up per una sposa: la sposa romantica tende a scegliere colori luminosa, declinati sui toni del pastello; la sposa glamour, che ama seguire le mode e che di solito lascia che dettino legge le tendenze, tenderà a scegliere un make up sposa ispirato o ad una web influencer o avrà studiato ben bene, quelli che sono i diktat di stagione, per quanto riguarda il look da sposa; per questa tipologia di sposa, anche l’abito sarà di tendenza e molto originale. La sposa alternativa, lo sarà in tutto e per tutto, è quella che stravolgerà tutti gli schemi, che sarà pronta ad andare contro il gusto di tutti, tranne quello di sé stessa; per cui, sceglierà un abito molto particolare, un’acconciatura unica, nel suo genere e nello stile e, ovviamente, punterà anche ad un make up tutto alternativo. La sposa classica, di solito punta molto sulla base viso, fresca e luminosa e su delle tonalità, per il trucco occhi, molto neutre, magari solo con un leggero tocco di luce.

Qualunque sia lo stile, il make up va sempre e comunque contestualizzato: se la sposa sceglie un abito, in stile shabby chic e decide di sposarsi in una location campestre, all’aria aperta, non potrà puntare su di uno smoky o su dei toni molto accesi; i colori saranno sicuramente pastellati e sulle labbra, niente rossetti liquidi o tinte all’ultima moda, ma un semplice e fresco gloss.

Attenzione alla qualità dei prodotti

Dopo aver individuato il make up, ciò di cui bisogna accertarsi è la qualità dei prodotti usati da un make up artist; l’uso di prodotti waterproof non è il solo obiettivo a cui un bravo make up artist si affida; un look da sposa di essere impeccabile e long lasting. L’importanza, di verificare la qualità dei prodotti, o di prendere visione dei brands adottati da un professionista è una legittima richiesta da parte di una futura sposa, così come quella di controllare inci e stato dei prodotti, punti che spesso vengono sottovalutati o messi da parte.

Inoltre, altra richiesta da parte della sposa, potrebbe essere quella di volere su di sé prodotti biologici, sia per una scelta personale che per una questione di allergie; quindi, senza troppi problemi, o remore, chiedere al professionista se è anche in possesso di questa tipologia di prodotti, in modo da poter fornire una valida alternativa; vedrete che un serio e professionista sarà preparato a questa ipotesi, in questo caso avrete fatto la scelta giusta, almeno su di un aspetto.

Armonia, gusto e……

Ciò che, alla fine, fa davvero la differenza, è che sia tutto molto armonioso, in perfetto mood con lo stile della sposa; non solo, è importante che la sposa si senta a proprio agio, il trucco deve essere indossato, fatto suo e portato tutto il giorno; il trucco è parte essenziale, insieme all’acconciatura, dell’immagine della sposa, deve sostenere un servizio fotografico, che sarà la testimonianza di scelte e che rimarrà indelebile nel tempo.

Un’ultima considerazione: non lasciarsi condizionare da mamme, amiche, cugine, testimoni, sorelle nella scelta del make up; ognuna ha il proprio stile e le proprie idee, e ciò non deve, assolutamente, interferire con una scelta personale, si rischia solo di confondere la sposa smorzando entusiasmo e aspettative, alimentando incertezze e malumore.  Sarebbe, almeno per la prima prova, di recarsi da sole dal make up artist, almeno per la parte di conoscenza; in questo modo, sarà più facile creare un clima di confidenza e di serenità; sarà più semplice esprimere idee e dubbi, e per instaurare un rapporto di fiducia e di collaborazione; non solo, sarà anche più naturale accettare i consigli del professionista e lasciarsi guidare.

Un ultimo consiglio: provare a richiedere un make up versatile, cioè renderlo diverso da quello per la chiesa, o per il rito, da quello per il ricevimento, soprattutto se si va incontro alla serata.  Un bravo make up artist saprà trovare i giusti escamotage per poter, con pochi tocchi, cambiare il make up look da sposa, passando da un classico, o romantico, per la chiesa, a qualcosa di più audace per la sera. Viceversa, se il trucco sarà già un po’ alternativo o accesso, l’idea sarà quello di trovare un dettaglio che lo renda ancora più speciale e ad effetto, con l’ausilio di prodotti ad hoc.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.