Cosa fare in caso di scottatura

Cosa fare in caso di scottatura

Cosa fare in caso di scottatura

19 Gennaio 2017 0 commenti

Scottarsi può capitare a tutti, anche se di norma si mettono in pratica tutte le regole che abbiamo elencato fino ad adesso. Può succedere, per esempio, di addormentarsi al sole o di restano per parecchio tempo sotto al sole rispetto al previsto ed ecco che la scottatura è servita. L’importante, in questo caso, è sapere come comportarsi in caso di scottatura per proteggere la pelle.

La scottatura è facilmente riconoscibile; pelle rossa e irritata, dolore al tatto, sensazione di calore che si propaga nelle zone colpita e difficoltà a sedersi o sdraiarsi nella parte in cui la pelle è a contatto con una superficie. La prima cosa da fare è quella di smettere immediatamente di esporsi al sole; prendere il sole con la pelle scottata è la cosa peggiore da fare in questi casi.

Se, nonostante la scottatura, continuate a esporvi al sole, si può andare incontro a un colpo di calore. Questo succede quando la temperatura sale vertiginosamente, fino a raggiungere anche i 40 gradi, aumenta la sudorazione e si avverte un forte senso di nausea e mal di testa che può portare anche a una perdita di conoscenza.

Ci sono poi alcuni rimedi che si possono mettere facilmente in pratica per dare un po’ di sollievo alla pelle che si è scottata. Cominciamo da quelli naturali; ce ne sono molti, escludono l’utilizzo di farmaci e sono un ottimo modo per contrastare la bruciatura in modo facile e indolore. L’Aloe è l’alleata numero uno contro le scottature; se avete a casa una pianta di Aloe meglio, ma anche il gel di Aloe è un ottimo rimedio. Se avete a disposizione la pianta di Aloe, prendete una foglia, spezzatela e raccogliete il gel racchiuso all’interno. Spalmate sulla pelle scottata più volte al giorno.

In alternativa, ci sono le fette di patata. Non tutti lo sanno ma l’amido che contiene la patata è un ottimo rimedio contro le scottature. Basta tagliare una patata a fette, applicarla sui punti dolenti e attendere qualche minuto; la pelle risulterà più fresca e la fetta di patata sarà diventata molto calda, avendo assorbito tutto il calore direttamente dalla pelle.

Anche l’olio d’oliva e l’albume dell’uovo sono un valido rimedio contro le scottature; basta preparare un impacco, farlo bollire sul fuoco e poi lasciarlo raffreddare in modo da poterlo applicare sulla assolutamente freddo. Se invece preferite gli impacchi, in natura ci sono diverse erbe che hanno proprietà anti infiammatorie e che si rilevano prodigiosi in caso di scottature.

Lavanda, camomilla, malva e calendula sono le migliori in questi casi. Basta preparare un decotto con queste erbe, lasciare raffreddare il composto e poi trasferirlo all’interno degli stampi dei cubetti di ghiaccio. In questo modo rinfrescare la pelle sarà molto più semplice e pratico.

Se invece la scottatura è più severa e vi ha provocato anche febbre, eccessiva calura e malessere, la prima cosa da fare è quella di rivolgersi al medico. Esistono numerosi farmaci anti-scottatura che riescono a lenire il bruciore e il fastidio provocato dalla pelle che tira. 

Cosa fare quando la pelle guarisce

Anche quando la scottatura passa, è necessario continuare a prendersi cura della propria pelle, se possibile con qualche attenzione in più. Quando l’effetto scottatura sarà passato, è possibile che la pelle assuma il colorito tipico dell’abbronzatura. Con molta probabilità, però, questa condizione è transitoria perché la pelle, particolarmente fragile, inizierà a squamarsi.

Il doposole, o in alternativa una buona crema idratante, è indispensabile per continuare a idratare la pelle che ha subito un forte trauma come quello che causa una forte scottatura. Quando la pelle avrà raggiunto di nuovo la sua dimensione naturale, ricordatevi di prendervene cura d’ora in poi; evitate l’esposizione incontrollata e senza protezione.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.