Frequentare un corso di massaggi

Frequentare un corso di massaggi

Frequentare un corso di massaggi

1 marzo 2017 0 commenti

Quando si tratta di stabilire le tendenze delle professioni, scoprire cioè in anticipo quale sarà la domanda in determinati settori, vengono analizzate numerose metriche che coinvolgono lo stato della domanda e dell’offerta. La tecnologia avanza così rapidamente che oggi alcuni prodotti e servizi molto in voga, potrebbero non essere più richiesti tra una decina o quindicina di anni. Nello spazio di mezza generazione si alternano successi e fallimenti e quando si decide che professione intraprendere, occorre scegliere con molto giudizio.

Le riviste specializzate da anni analizzano i flussi, le curve, i grafici e i dati statistici al fine di identificare quelle categorie professionali che nel futuro avranno più richieste e non solo per chi possiede titoli di studio più elevati. Tra le macro-aree destinate ad avere ancora un futuro c’è quella del benessere del corpo, del fitness, della bellezza e delle cure antistress. Questo perché l’esistenza quotidiana delle persone è diventata forzatamente abitudinaria e quindi incline a subire contraccolpi dall’usura, sia fisica, sia mentale. Non deve allora sorprendere che professioni come quella del massaggiatore o del chirurgo estetico, abbiano le stesse chance di rappresentare un buon viatico per chi cerca un lavoro.

La natura stessa del lavoro sta cambiando in un modo che ormai, alcune professioni che sembravano una sicurezza, non siano più considerate tali, si pensi al classico lavoro in banca o presso un ente pubblico. Ma perché l’area del benessere è così gettonata?

Se andiamo ad analizzare la professione del massaggiatore possiamo immediatamente renderci conto del perché. I benefici che porta un massaggio sono tali da rispondere a tante delle piccole e grandi problematiche psicofisiche che ogni giorno affrontiamo e che sembrano irrisolvibili. Lo stress, ad esempio, è una forte causa di malessere e non viene facilmente indicata, anche se oggi c’è la tendenza ad attribuire tutto ad esso. Un massaggio è in grado di diminuire concretamente gli stati di nausea, permettendo una maggior rilassatezza nei casi di ansia nervosa e stati di panico. Ha dei significativi risultati contro lo stress e il dolore miofasciale, le sindromi da stanchezza cronica e i mal di schiena da usura e grazie al contatto umano è in grado di alleviare i sintomi della depressione. Il successo del massaggio, come tecnica per stare bene, insomma non è dovuto a tecniche zen e credenze di natura orientale, vista l’origine della disciplina.

Ma tornando al punto, i motivi per cui oggi diventare massaggiatore frequentando un apposito corso, è conveniente è perché – seppure in astratto – il benessere e la salute sono al primo posto di ogni lista dei desideri. La domanda è tanto più alta in quanto essa appartiene non solo alle classi più agiate, ma anche alle classi medie che possono permettersi una spesa in più come la palestra, una visita a una spa oppure una seduta di massaggi. Basta dare uno sguardo alle tradizionali offerte turistiche dei grandi alberghi per rendersi conto che i pacchetti benessere spesso vengano associati a offerte periodiche, proprio per invogliare la clientela meno pretenziosa a provare un qualcosa in più. Pertanto chi vuole intraprendere la carriera di massaggiatore ha davanti a sé prospettive quantomeno interessanti.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.