Giardini, pergolati e piante rampicanti!

Giardini, pergolati e piante rampicanti!

Giardini, pergolati e piante rampicanti!

9 luglio 2018 0 commenti

Avete una casa estiva sui colli toscani, nella campagna lombarda (un po’ alla Call Me By Your Name) o al mare da risistemare per le ferie? Vivete in una tranquilla villetta in collina o in provincia, con ampio giardino o in un appartamento con terrazza vista skyline cittadino? Se non sapete come abbellirli, pensate alle piante rampicanti e seguite i consigli di Guida Giardino!
Onorare la bellezza aggiungendo bellezza

Ah, l’Italia. Sarà pure una Nazione controversa, ambigua, ipocrita sotto certi punti di vista e disastrosa in quasi ogni tipo di amministrazione, ma quanto a bellezza e gusto estetico può proprio vantarsi e dire la sua. Il più alto numero di patrimoni UNESCO e la più grande biodiversità al mondo si uniscono in una piccola penisola montuosa nel bel mezzo del mediterraneo, in poco meno di 2000 km da Nord a Sud.

Ecco perché gli stranieri se ne innamorano tutte le volte, ecco perché chi sceglie di viverci dall’estero riesce ad accettare tutti i suoi difetti, perché in qualche modo i suoi paesaggi, la sua cultura e la sua ampia gamma di profumi e sapori che con poco denaro ognuno può tenersi in casa propria sono il suo lato positivo che spesso copre tutto il resto, dando un’ottima prima impressione di sé.

Ed ecco perché viene naturale, una volta che si soggiorna in Italia o quando ci si vive, voler rendere giustizia a tutte queste fortune visive rendendo, nel proprio piccolo, anche la propria casa un oggetto estetico da ammirare. Anche perché, si sa, gli italiani ci tengono molto e la maggior parte di loro ha una cura degli interni di casa propria che si riscontra più raramente in altre Nazioni (con le dovute eccezioni, naturalmente).

Se si ha la fortuna di avere un giardino o anche un piccolo cortile o una tettoia con tavolo esterno per le sere primaverili ed estive o di abitare in un appartamento cittadino con terrazza non si può e non si deve fare a meno di abbellirlo con delle piante, in vasi, vasetti per metterle sul tavolo, appese al muro. O, ancora meglio, piante rampicanti.

Le affascinanti piante rampicanti

Le piante rampicanti sono vegetali un po’ particolari e diversi dal solito, chiamati così perché la loro caratteristica principale è, appunto, quella di crescere “arrampicandosi” su delle superfici, soprattutto quelle in legno come può essere il pergolato. E proprio di questa struttura – già di per sé un elemento decorativo – si adatta perfettamente a fungere da copertura in un particolare punto del giardino o del terrazzo della casa e a ospitare le radici e i rami delle piante rampicanti. L’effetto è quindi assicurato.

Colorate, particolari, affascinanti e sontuose, le piante rampicanti lasciano sempre attoniti, sorpresi e di stucco sia coloro che hanno deciso di acquistarle e di prendersene cura, sia gli ospiti invitati a cena in un’umida e calda sera estiva, accompagnando freschi aperitivi, capresi con mozzarella e pomodori freschi e prosciutto e melone. E gli immancabili sorbetti e gelati. E con un po’ di fortuna, in zone non molto inquinate, le lucciole (meno fortuna la danno le fastidiose zanzare, specie nel Monferrato e nella bassa lombarda, dove ce ne sono a quantità).

L’imponente Clematis
Ma senza perderci in dettagli, ecco qualche esempio di piante rampicanti per avere un’idea di come e dove iniziare. Partiamo quindi in quarta introducendovi in questo settore con la Clematis, una rampicante tra le più imponenti ed eleganti che la Natura offre. Si tratta di un vero e proprio drappo naturale che cresce sul vostro pergolato, elegante e raffinato e ricorda un po’ lo stile Impero e le toghe mono spalla degli antichi greci e romani. Di questa pianta rampicanti ci sono più di 250 specie, tutte dai colori tenui ed eleganti che, se combinati insieme, regalano un impatto estetico ancora più grande. Perfetta per colazioni e tutti i pasti della giornata, rinfresca l’aria e il vostro profilo Instagram.

Una colonna o un Caprifoglio rampicante?

Sempre rimanendo in ambito classico – oggi va così, onoriamo gli antichi – è sicuramente d’impatto anche il Caprifoglio rampicante, una pianta decorativa tra le più blasonate di tutte. Perché dona un effetto classico? Perché si “attorciglia” alle colonne del pergolato divenendo esso stesso un’alta colonna, una decorazione magari non invadente, non esplosiva – specie se paragonata dalla Clematis – ma con quel gusto sempreverde (per restare in tema!) che è in grado di accontentare tutti. Il colore tipico è un rosso pastello, ma sappiamo tutti che le gamme vegetali sono molto variegati e decisamente personalizzabili. La scelta è vostra, non siate timidi e date sfogo alla vostra indole di designer e arredatori di interni.

Passiflora meglio nota come Speedy Gonzales

Il gusto per l’esotico è una delle intramontabili mode del mondo Occidentale, nata alla fine del Settecento e molto apprezzata nel corso dell’Ottocento nell’epoca degli Imperi Coloniali e dell’Europa al centro del mondo. Oggi, fortunatamente, le cose sono cambiate ma il gusto per ciò che è lontano e culturalmente diverso, insolito rispetto alle zone di nascita di chi compra e sceglie, è rimasto evolvendosi in rispetto per i popoli e le loro culture. E chiaramente, questo è uno dei lati positivi della globalizzazione.

Per cui anche chi ha questa passione può e deve essere accontentato, e può far crescere piante rampicanti esotiche nel suo giardino pieno di ornamenti presi in ogni dove. La Passiflora è una di queste, conosciuta per la sua crescita molto rapida e veloce e per i suoi fiori sgargianti e molto vistosi – che rispecchiano in pieno le zone da cui proviene. Il clima italiano, specie al nord, è umido ma non abbastanza da essere tropicale – infatti è subtropicale – ma non temete: ci sono specie di Passiflora che crescono non solo nei climi caldi e umidi, ma anche in quelli più temperati e freddi.

L’intramontabile e classica edera

Come non parlare della pianta rampicante per eccellenza? Sempreverde, per tutti, e nessuna è più classica di lei: l’edera. A differenza delle specie di cui abbiamo parlato finora, l’edera non ha fiori colorati, grandi e imponenti ma è semplicemente lei, verde e rilassante. Intramontabile, appunto, che cresce perfettamente in zone d’ombra, le crea lei stessa e soprattutto, se siete persone magari particolarmente impegnate, richiede poca manutenzione. Indicata per tutti, anche alle persone meno esibizioniste e più timide, salva da brutte figure perché, semplicemente, piace proprio a tutti.

Le piante rampicanti, insomma, offrono davvero grandi possibilità di personalizzazione del proprio balcone, terrazzo o giardino rispetto a qualsiasi altra cosa. Oltre a, chiaramente, “purificare” la qualità e il profumo dell’aria che respirate. Richiedono generalmente poche attenzioni – dipende dalla pianta, chiaramente – ma essendo esseri viventi, non vi dimenticate di loro né vanno scambiate per oggetti di design inanimati che non hanno bisogno di niente se non di qualche pulizia e spolverata sporadica.

Qui sono state riportate quattro esempi di piante rampicanti, in modo da potervi introdurre in questo mondo non ancora così conosciuto o di tendenza, che invece può proprio accontentare tutti, in base a possibilità economiche, estetiche e anche fisiologiche. Potete approfondire l’argomento e trovare tante altre specie e varietà, le trovate sul sito più aggiornato in tal senso, che fornisce sempre novità e idee interessanti votate all’ecologia, al riciclo e ad uno stile di vita green ma al contempo fashion. Parliamo di guidagiardino!

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.