La dieta per combattere l’acne

La dieta per combattere l’acne

La dieta per combattere l’acne

16 maggio 2017 0 commenti

L’acne è una patologia caratterizzata da un processo infiammatorio della ghiandola sebacea e del follicolo pilifero molto frequente, soprattutto nei più giovani. La sua manifestazione avviene sotto forma di brufolo o punto nero. L’acne risulta piuttosto frequente nelle persone con un’età compresa tra i 13 ed i 20 anni. Sono molti i fattori che ne causano l’insorgenza, tra cui quelli ambientali, genetici e ormonali. Ma è possibile combattere l’acne seguendo una dieta equilibrata? Scopriamolo insieme!

L’acne, si manifesta soprattutto nei paesi sviluppati occidentali, mentre è meno frequente in quelli in via di sviluppo. Non si tratta di una causa di invalidità, tuttavia ha un effetto negativo sul sistema psicologico, perché crea disagio a contatto con le altre persone. L’alimentazione, potrebbe essere una delle cause scatenanti di questo problema, per cui, è possibile combattere la fuoriuscita di foruncoli, seguendo una determinata alimentazione. Quando compaiono i primi segni di acne, è sempre bene fare visita al proprio dermatologo, che è l’unico in grado di capire la reale causa scatenante. Ci sono tuttavia, credenze popolari, dure a morire, e spesso, anche i medici più esperti cadono in questo tranello. La confusione deriva dal fatto che non esiste ancora nella letteratura scientifica, un ruolo chiaro dell’alimentazione nella patogenesi dell’acne. Le informazioni scientifiche a nostra disposizione, sono ancora incomplete, e si forniscono più che altro suggerimenti, piuttosto che precise indicazioni.

Consigli dietetici in generale

  • È necessario scegliere a tavola alimenti che apportano un basso valore glicemico, poiché l’acne giovanile sembra essere associato all’insulinoresistenza;
  • Anche gli alimenti che contengono pochi grassi saturi vanno bene;
  • I metodi di cottura da preferire sono: griglia, microonde, vapore, pentola a pressione o padella antiaderente; sono da evitare carni bollite e fritture;
  • Seguire sempre e comunque, un’alimentazione equilibrata. riducendo l’apporto di grassi animali, eliminando bibite gassate e zuccherate, e favorendo frutta e verdura.

Alimenti consentiti moderatamente

  • L’abbondante consumo di cioccolato può favorire l’acne a causa dell’elevata quantità di grassi saturi contenuti al suo interno;
  • È consigliabile sconsigliare un consumo troppo abbondante di latte, in quanto contiene ormoni esogeni;
  • Caramelle, gelati, prodotti da forno e creme, sono ricchi di zuccheri semplici e grassi saturi;
  • Alimenti fritti. Patatine fritte, frittelle o qualsiasi altro alimento fritto, a causa della insulinoresistenza;
  • Bevande che contengono zuccheri aggiunti. Acqua tonica, cola, succhi di frutta, ecc.;
  • Alcolici e Superalcolici;
  • Alimenti confezionati. Poiché alcuni di questi, a causa degli imballaggi di plastica, possono contribuire allo squilibrio ormonale e l’insulinoresistenza.

Alimenti consigliati

  • Da assumere in porzioni abbondanti: verdura cruda e cotta. Queste consentono di apportare molte vitamine, sali minerali e antiossidanti all’organismo;
  • Ogni giorno, consumare circa 2-3 frutti di dimensioni medie, meglio ancora se mangiati con la buccia, dopo averli accuratamente lavati;
  • Cereali integrali. Sostituire pane, pasta e riso, con i corrispettivi integrali. Questo consente di controllare l’indice glicemico dell’organismo;
  • Consumare pesce almeno 3 volte alla settimana, alternando qualsiasi tipologia di pesce;
  • Legumi, almeno un paio di volte alla settimana;
  • Carne bianca, ma al massimo 3 volte alla settimana;
  • Affettati magri, come speck, bresaola o prosciutto cotto.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.