Prestiti a fondo perduto: gli incentivi sull’acquisto della prima casa

Prestiti a fondo perduto: gli incentivi sull’acquisto della prima casa

Prestiti a fondo perduto: gli incentivi sull’acquisto della prima casa

31 Agosto 2015 0 commenti

Come ottenere prestiti a fondo perdutoI prestiti a fondo perduto rappresentano un incentivo importante che un ente può concedere a cittadini ed imprese per invogliare ad effettuare investimenti dal punto di vista imprenditoriale e non solo. Negli ultimi anni, un settore che ha incontrato molte difficoltà è quello immobiliare. Gli investimenti per gli acquisti di nuove case si sono ridotti davvero di molto, soprattutto per le difficoltà di accesso al credito ma anche per una tassazione ancora abbastanza alta. Tutti aspetti che si ripercuotono negativamente sull’intero settore dell’edilizia. La casa resta, però, un bene dal valore importante ed è per questo motivo che gli enti spesso incentivano i cittadini ad investire sull’acquisto della prima casa.

In cosa consistono i prestiti a fondo perduto

Chi cerca di acquistare una casa oggi è quasi costretto a ricorrere ad un mutuo. Sappiamo bene quanto sia difficile possedere tutto il denaro che serve per acquistare un’abitazione. L’accesso al credito, però, come già anticipato prima, si rivela molto difficile per diversi motivi. Bisogna, infatti, sapere che problemi dal punto di vista lavorativo e non solo potrebbero incidere non poco sulle possibilità di ottenere un mutuo da un istituto bancario. E’ proprio per questo motivo che gli enti regionali e non solo mettono a disposizione dei cittadini dei contributi per l’acquisto della prima casa, elemento fondamentale per il benessere di coppia e l’allargamento della famiglia.

Questi contributi si rivelano importanti perché consentono di accedere al credito con tassi anche molto agevolati rispetto a ciò che avviene nella maggior parte dei casi. I cittadini dovrebbero essere agevolati anche per quanto concerne il piano di ammortamento e l’importo della rata. Spesso, infatti, sono nate molte polemiche proprio sugli importi delle rate i quali, quando sono variabili e si spostano verso l’alto, finiscono per allarmare non poco i soggetti indebitati.

Gli enti in alcune circostanze possono concedere un prestito a fondo perduto per l’acquisto della prima casa dell’importo di 50.000 euro. Nella maggior parte dei casi, però, vengono concessi dei semplici contributi per l’acquisto. Quando si ha a che fare con i prestiti a fondo perduto è bene sapere che il soggetto beneficiario ottiene una riduzione dell’acquisto della casa che corrisponde alla somma ricevuta.

Chi può usufruire degli incentivi

Per usufruire degli incentivi relativi all’acquisto della prima casa e accedere ai prestiti a fondo perduto è necessario essere in possesso di alcuni requisiti. Innanzitutto, gli incentivi si rivolgono a coppie con età massima di 35 anni. Non solo, possono accedere al credito coloro che non possiedono altre abitazioni, le coppie che hanno almeno tre figli, famiglie con uno o più soggetti affetti da disabilità, coloro che hanno un contratto lavorativo e che risiedono in Italia da almeno tre anni.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

-Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. Anche gli altri dati non saranno condivisi con terze persone.