Come aprire un’agenzia di viaggi

Come aprire un’agenzia di viaggi

Come aprire un’agenzia di viaggi

7 Luglio 2016 0 commenti

come aprire un'agenzia di viaggiSiamo in un’epoca in cui le vacanze non si prenotano più sul posto ma ormai sono in molti ad optare per la prenotazione online o per le agenzie di viaggi. Una soluzione che si rivela comoda e conveniente e che permette sicuramente di risparmiare molto tempo. Nelle agenzie viaggi, infatti, vengono proposti, in base alla meta che interessa agli utenti, pacchetti in molti casi completi. E’ la soluzione ideale per chi vuole fare una vacanza all’insegna del totale divertimento e relax, senza preoccuparsi troppo degli aspetti organizzativi del viaggio. Ecco perché ancora oggi sono tante le persone che decidono di aprire un’agenzia di viaggi.

I servizi di un’agenzia di viaggi

Sono tanti i servizi che offre un’agenzia di viaggi alla clientela. Molto dipende dalle richieste degli utenti che, spesso, cercano servizi esclusivi e personalizzati anche in questo settore. Le agenzie di viaggi sono chiamate ad intercettare questi bisogni e a venire incontro ai clienti cercando di proporre un pacchetto soddisfacente. Le agenzie di viaggi possono organizzare e promuovere viaggi ma possono anche occuparsi soltanto di fare da intermediari tra i turisti ed il tour operator. Quasi sempre quando si fa un viaggio sono diverse le persone che vi partecipano contemporaneamente. Un’agenzia di viaggi, dunque, è in grado di proporre pacchetti sia per singole persone che per gruppi composti da diversi individui. Oltre ad un semplice viaggio possono essere proposte anche crociere e soggiorni. Non soltanto, spazio anche alle escursioni con l’aggiunta di guide che aiuteranno i clienti lungo il percorso da essi individuato.

Un’agenzia di viaggi spesso si interessa dei mezzi di trasporto tramite i quali gli utenti dovranno viaggiare. E’ per questo motivo che può mettere a disposizione un pacchetto completo anche di biglietti per il treno, per l’autobus ma anche per traghetti, aerei o navi. Un’agenzia dalle grosse dimensioni potrebbe non limitare il suo compito all’organizzazione e promozione del viaggio ma potrebbe seguire il cliente durante il suo soggiorno attraverso personale scelto dall’agenzia stessa.

L’agenzia di viaggi prenota il ristorante e l’hotel presso il quale i turisti dovranno soggiornare e pernottare ma offre anche altri servizi, come quello per il rilascio di passaporti, oppure il ritiro ed il deposito dei bagagli dei clienti, servizio noleggio, polizze assicurative e tanto altro ancora.

All’interno di un’agenzia di viaggi due figure rivestono un ruolo di particolare importanza: il titolare ed il direttore tecnico. Quest’ultimo ha mansione di tipo operativo ed organizzativo, è lui ad occuparsi dell’organizzazione dei viaggi. Prima di diventare direttore tecnico di un’agenzia di viaggi è necessario svolgere un’esame di idoneità su materie inerenti lingue straniere, organizzazione viaggi, norme sul turismo e argomenti affini.

I requisiti di un’agenzia di viaggi

Un’agenzia di viaggi deve poter contare su un locale dalle adeguate dimensioni che consenta l’accesso anche a persone diversamente abili e che sia dotato dei requisiti igienici e di sicurezza previsti dalla legge. Per aprire un’agenzia di viaggi è necessario, come per qualunque altra attività, seguire un iter burocratico che riguarda la dichiarazione al Comune di competenza dell’inizio delle attività. Se si verificano dei cambiamenti di ogni sorta l’agenzia deve comunicarli al Comune entro dieci giorni dall’invio della dichiarazione di inizio attività. E’ necessario, inoltre, stipulare una polizza assicurativa al fine di avere copertura in merito alle responsabilità contrattuali di cui l’agenzia di viaggi si fa carico nei confronti del cliente. Se l’agenzia di viaggi apre nuove filiali deve comunicarlo al Comune. In ogni caso, è bene informarsi su tutta la documentazione da presentare perché potrebbero esserci delle differenze tra un Comune ed un altro. Nello specifico, bisogna rivolgersi all’ufficio autorizzazioni del Comune o, in alternativa, all’ufficio turismo provinciale.

Dal punto di vista economico è difficile fare una stima dell’investimento iniziale necessario per l’apertura di un’agenzia di viaggi. Sono, infatti, diversi i fattori che incidono, a partire dalle dimensioni dell’agenzia. Se, invece, guardiamo all’aspetto gestionale un’agenzia di viaggi deve considerare che è necessario provvedere al pagamento del personale, delle bollette e di Internet, ad acquistare o affittare un locale, ad installare impianti elettrici e riscaldamenti, ad arredare l’agenzia con scrivanie, poltrone per i clienti e scaffali per la disposizione del materiale tecnico. Un’agenzia di viaggi, soprattutto al giorno d’oggi, lavora soprattutto con i computer. E’, dunque, fondamentale disporre di uno o più personal computer, di software specifici per il settore turistico, di fotocopiatrici, stampanti, fax ed altre strumentazioni utili per chi fa un lavoro di questo tipo.

Creare un’agenzia di viaggi di successo al giorno oggi non è molto semplice. La concorrenza è tanta e non è data solamente dalla presenza di altre agenzie ma anche dal fatto che la gente spesso prenota le vacanze su Internet. E’ chiaro che tutto o quasi si gioca sulla qualità dei servizi offerti. Bisogna creare un rapporto solido con i clienti, cercando di soddisfare le loro richieste e di seguirli prima, durante e anche dopo il loro viaggio.

Molte agenzie di viaggi optano per la strada del franchising. Affiliandosi ad un marchio più prestigioso si avrà l’opportunità di godere di un’assistenza completa, senza contare il fatto che un cliente che vedrà l’insegna di un’agenzia di viaggi nota tenderà maggiormente a fidarsi di tutto ciò che gli verrà offerto.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

<