Fotografo di matrimonio in Puglia: il momento post-cerimonia

Fotografo di matrimonio in Puglia: il momento post-cerimonia

16 Luglio 2015 0 commenti

Il lavoro di un fotografo di matrimonio in Puglia (si veda, ad esempio, rebeccasilenzi.com) richiede grandi capacità professionali ed una certa attenzione ai dettagli. Fotografare un matrimonio significa essere in grado di raccontare un giorno così importante per la vita di due persone con l’aiuto delle immagini. Si tratta, inoltre, di un lavoro che deve essere improntato al futuro, nel senso che dovrà permettere agli sposi e ai parenti, anche a distanza di molti anni, di ricordare quei momenti così belli. Avere un supporto per la memoria così importante come quello delle immagini è qualcosa di unico, ma tutto ciò va sfruttato con sagacia, intelligenza e professionalità.

Le foto di gruppo

Un matrimonio va raccontato a 360 gradi. Questo significa che non ci si può limitare a scattare fotografie solamente nel corso della cerimonia, oppure nella fase preparativa. Certamente, il cerimoniale è l’evento più importante ma la nostra tradizione ci porta ad attribuire il giusto peso anche ad altri aspetti.

Ad esempio, al termine della celebrazione gli sposi sono soliti fare foto di gruppo insieme agli invitati. Il tempo necessario affinché venga compiuta un’operazione di questo tipo varia anche a seconda del numero degli invitati. Il fotografo di matrimoni in Puglia dovrà essere bravo a riunirli. Dovrebbe essere più facile riunire tutti in questo momento, piuttosto che nel ristorante. Dunque, meglio approfittarne per scattare delle bellissime foto di gruppo.

Ovviamente, ci sono foto che subito dopo la cerimonia hanno la priorità. In primo luogo, andrebbero scattate foto insieme ai quattro genitori, per poi passare alle foto con i genitori del consorte e agli scatti con i genitori della sposa. Altre foto importanti sono quelle con i due testimoni, con i nonni ed eventualmente con cugini, zii, fratelli e sorelle. Infine, sarà possibile scattare foto anche con i migliori amici di lui e di lei.

Le foto in posa

Gli sposi dovrebbero sottoporsi alle cosiddette foto in posa. In realtà, questo è un momento che richiederebbe un minimo di tempo e concentrazione. E’ buona abitudine scattare delle foto in posa al termine della cerimonia ma è anche vero che non si possono costringere gli sposi a sottoporsi a questo rituale. Il fotografo di matrimoni in Puglia deve svolgere un ruolo anche psicologico, nel senso che deve capire quando è il momento giusto per scattare le foto in posa e deve essere bravo a non forzare la mano, rispettando le esigenze degli sposi.

Se si riesce ad ottenere il placet degli sposi è bene dedicare circa un quarto d’ora alle foto dopo la cerimonia. Lo stesso lasso di tempo potrebbe essere necessario anche per scattare le foto prima dell’ingresso nel ristorante. Se si pretende di rubare agli sposi un tempo troppo lungo si rischia di annoiare i consorti e anche i parenti.

Le foto al ristorante

Altro momento importante è quello del ristorante. Qui, il fotografo di matrimoni in Puglia avrà maggiori possibilità di dare sfogo alla sua fantasia e creatività. Anche in questo caso, però, ci sono momenti che andrebbero ripresi, come ad esempio i brindisi o il ballo. Occhio a non esagerare perché, soprattutto nei momenti in cui si mangia, sia gli sposi che gli invitati potrebbero non acconsentire ad essere immortalati con tanti scatti. Per fare un buon lavoro, dunque, il fotografo di matrimoni in Puglia deve sempre trovare il giusto compromesso tra le sue esigenze e quelle degli sposi e degli invitati.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

<