Master universitari e corsi post-laurea

Master universitari e corsi post-laurea

16 Giugno 2015 0 commenti

I master universitari rappresentano l’anello di congiunzione tra università e mondo del lavoro. Questo è in sintesi il motivo per cui dovrebbero essere seguiti. Il problema del master universitario è che è a pagamento, si tratta quindi di un tassello ulteriore da aggiungere alla propria istruzione, che però non riveste carattere di ufficialità in quanto il titolo non viene riconosciuto. Dunque cosa si può dire di più di questi corsi e master universitari post-laurea?

Il valore legale del master universitario

masteruniversitaricorsiChe in realtà un master di prestigio e ve ne sono diversi conferiti dai vari atenei italiani, in realtà acquisisce molto valore all’interno di un curriculum. Un’azienda tende a preferire – in sede di assunzione – quegli studenti che possiedono un titolo di studio simile, tanto è vero che spesso a promuovere i master sono le stesse aziende, in collaborazione con le università, spesso di carattere privato. Il motivo è semplice: vogliono assicurarsi dei potenziali collaboratori di valore, che conoscano bene la materia e che possano impratichirsi immediatamente con l’ingresso in azienda, attraverso stage o periodi in prova, spesso retribuiti. In questo caso parliamo quindi di crediti formativi acquisiti all’interno del contesto aziendale, un viatico sicuramente incoraggiante per chi vuole avere un percorso lavorativo più facilitato. È ovvio che il fatto di pagare non corrisponde a superare gli esami. I master sono molto selettivi e comportano uno studio enorme, superiore a quello profuso per conseguire la laurea. Ne deriva che essi rappresentano una vera e propria prova di sacrificio: prolungano lo studio, comportano spese, lontananza e spesso un vero e proprio impegno fisico e mentale. Ma le statistiche dimostrano che gli sforzi sono ben remunerati: gli studenti che conseguono un master di II° livello riescono a trovare lavoro prima dei loro colleghi e quando lo trovano esso è più remunerativo della media.

Le caratteristiche dei master universitari sono dunque queste:

– Il master è un corso didattico di livello superiore permesso a chi è in possesso di una laurea e destinato a neo-laureati e professionisti in possesso del titolo, che vogliono approfondire la conoscenza in un particolare campo.
– In Italia il termine master viene spesso associato a dei corsi interni previsti da grandi aziende, al fine di aggiornare la preparazione professionali dei loro dipendenti. All’estero, sulla scorta della tradizione anglosassone, essi sono solo i corsi post-universitari.
– Il master è diverso dal dottorato (all’estero Ph. D.) in quanto è a pagamento (fatta salvo il conseguimento di una borsa di studio) e non è incentrato alla ricerca. Inoltre il dottorato è riconosciuto dallo stato come titolo avente valore legale ed è quasi sempre propedeutico alla carriera accademica o comunque di ricerca in uno specifico ambito. Il master non è riconosciuto come titolo legale, ma ha un accentuato profilo aziendale.
– I master vengono definiti di primo e secondo livello. Sono di primo livello quelli aperti a laureati del nuovo ordinamento con corso di studi triennale; sono di secondo livello quelli più profondi destinati a studenti laureti con diploma magistrale o vecchio ordinamento (dottore in materia).
– I master sono spesso organizzati o co-sponsorizzanti da grandi aziende private al fine di favorire l’inserimento nel mondo di lavoro di figure altamente specializzate.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

<