S2: l’aereo che atterra senza pista

S2: l’aereo che atterra senza pista

2 Dicembre 2014 0 commenti

aereo s2

Più della metà degli incidenti aerei privati si verificano durante il decollo o l’atterraggio. Ecco perchè l’inventore e imprenditore JoeBen Bevirt – noto già per la progettazione di turbine eoliche per aerei – è intenzionato ad eliminare le piste.

Si tratta di un brevetto che non è stato accolto da tutti con entusiasmo, dal momento che ai più è sembrata un’idea semplicemente simile a quella dei tradizionali elicotteri che per alzarsi in volo non hanno bisogno di uno spazio orizzontale ma lo fanno semplicemente verticalmente. Tuttavia, l’ingegneria che accompagna questo brevetto non è affatto identica a quella degli elicotteri e per rendersene conto è sufficiente studiare a fondo le caratteristiche. Bevirt, 40 anni, ha mobilitato la sua squadra specializzata in energia eolica per creare un aereo elettrico privato chiamato S2 che decolli verticalmente, come fosse un elicottero. Ancora non esiste un prototipo in scala reale, ma Bevirt e il suo team hanno costruito circa due dozzine di modelli da circa 5 kg per dimostrare la stabilità delle sue opere. La NASA ne ha preso nota e ora sta finanziando lo sviluppo di un veicolo aereo senza equipaggio da 24 kg. Ricorrendo a delle simulazioni con un supercomputer, con i suoi 771 kg si ipotizza che l’S2 potrebbe volare con due persone a bordo per circa 200 miglia in un’ora, consumando 50 kWh di elettricità o approssimativamente l’equivalente di un gallone e mezzo di carburante utilizzato da un tipico aereo biposto. Questo renderà il nuovo veicolo circa cinque volte più efficiente. Solo un decennio fa l’S2 non sarebbe stato possibile, spiega Bevirt, il quale ritiene che i nuovi motori compatti ed efficienti, la crescente densità di potenza nelle batterie, i sistemi di controllo più intelligenti e i sensori più piccoli significano che il suo aereo sarà presto una realtà. Non c’è mai stato un momento migliore per progettare questo tipo di aerei.

Le caratteristiche dell’aereo S2

Oltre a non aver bisogno di una pista per atterrare, l’invenzione dell’S2 è caratterizzata da 3 qualità fondamentali:
Controllo: il computer che regola la velocità del motore 4000 volte al secondo per ottimizzare l’efficienza, ridurre il rumore e migliorare il controllo di volo.
Sicurezza ed efficienza: ci sono 12 motori elettrici compatti che operano 3 volte più efficientemente rispetto ai motori a combustione di un tipico aereo privato. Bonus: più motori abbassano il rischio di incidenti.
Flessibilità: bracci retrattili riposizionano i motori per la transizione tra il decollo verticale, il volo in avanti e l’atterraggio.

Non ci sono ancora commenti!

Partecipa alla discussione

Non ci sono commenti

Potresti essere il primo ad iniziare una conversazione

<